Notizie

giovedì 22 Settembre 2016

Premio design ‘Il vestito della grappa’ alla Grappa Clessidra, ma vince tutto il mondo della distillazione

premio-speciale-1E’ andato alla Grappa Clessidra della Distilleria F.lli Pisoni il premio speciale ‘Il vestito della grappa’, riconoscimento per il design della bottiglia lanciato, per il primo anno, dal 33° Premio Alambicco d’Oro promosso da Anag, Assaggiatori grappa e acquaviti. La distilleria trentina con sede a Pergolese ha conquistato la giuria per l’eleganza, la leggiadria e l’originalità dell’etichetta che, insieme alla bottiglia, crea un forte appeal verso il consumatore evocando l’immagine di una clessidra, indice del tempo che scorre lentamente e che evoca, proprio con la lentezza, il processo della distillazione. La Grappa Clessidra è stata anche fra i 49 prodotti premiati con 20 medaglie Gold, di cui 2 Best Gold, e 29 Silver nel concorso nazionale organizzato ogni anno da Anag per valorizzare la produzione ‘spiritosa’ di qualità.

La giuria e i criteri adottati. A giudicare le bottiglie in gara guardando etichetta e forma sono stati Pierstefano Berta, Giusi Mainardi e Claudia Moriondo – esperti di marketing nel mondo del vino e dell’alimentazione, docenti universitari e autori di pubblicazioni di settore – insieme agli architetti Alessandro Garbero e Gianni Pasini, esperto di design e docente presso il Politecnico di Milano. Il loro giudizio si è basato sui criteri di eleganza, leggiadria, originalità dell’etichetta, forma della bottiglia e appeal verso il consumatore e ha messo in evidenza una forte attenzione di tutto il mondo della distillazione per il packaging e una presentazione di qualità rivolta al consumatore. Un’attenzione che ha reso difficile decretare il vincitore e ha visto raggiungere punteggi alti da parte di molte grappe e acquaviti presenti al 33esimo Premio Alambicco d’Oro, facendo vincere, virtualmente, la prima edizione del premio ‘Il vestito della grappa’ a tutto il mondo ‘spiritoso’.

Torna alla lista