Notizie

mercoledì 06 Maggio 2020

Confermato per ora il Premio Alambicco d’Oro e fiducia nel futuro

La data ancora non è stata fissata, ma la volontà di Anag è salda: il Premio Alambicco d’Oro 2020 si svolgerà appena l’emergenza sanitaria Covid-19 consentirà la riunione dei giudici per effettuare la selezione dei campioni già pervenuti. Nei giorni scorsi la presidente dell’Associazione nazionale assaggiatori Grappa e acquaviti, Paola Soldi, ha scritto una lettera a tutte le distillerie per comunicare la fase di standby del concorso e per confermare, al tempo stesso, il suo svolgimento anche se in un periodo diverso rispetto agli anni scorsi.

“Il Premio Alambicco d’Oro – ha scritto Paola Soldi – è un appuntamento molto importante a cui distillatori e aziende sono affezionati e partecipano con grande entusiasmo e interesse per promuovere e valorizzare Grappe e Acquaviti. Siamo convinti che entro la fine dell’estate sarà possibile avere una tregua nelle misure restrittive per contenere la diffusione del Coronavirus, che non deve averla vinta su tutto, e potremo finalmente incontrarci per svolgere la selezione con la consueta serietà e affidabilità che unisce gli assaggiatori Anag. Non ci fermeremo, anche per rispettare chi ha inviato i campioni dei prodotti nei termini stabiliti e appena possibile forniremo tutti gli aggiornamenti”.

“Per un’associazione come Anag – aggiunge la presidente – dove la condivisione di una passione comune, l’incontro e la socialità sono la base e il motore fondamentale, è ancora più difficile accettare forme di distanziamento sociale e la mancanza di occasioni di aggregazione. Tuttavia, non ci perdiamo d’animo e siamo pronti a ripartire prima possibile con lo stesso entusiasmo e con nuove idee per promuovere e valorizzare l’affascinante e variegato mondo dei distillati, a partire dall’eccellenza 100 per cento Made in Italy della Grappa, coinvolgendo nelle nostre analisi sensoriali anche chi ancora non conosce la ricchezza del panorama spiritoso”.

Torna alla lista